Pubblicità
Testata


Giovedì 12 ottobre 2017

Belluno, «Sulle ali della memoria» fino al 31 ottobre






Sarà aperta fino al 31 ottobre la mostra «Sulle ali della memoria», allestita a Palazzo Doglioni Dal Mas, a Belluno, in occasione del centenario della morte dell’eroe italo-cileno Arturo dell’Oro

Iscriviti alla Newsletter

Sarà aperta fino al 31 ottobre la mostra «Sulle ali della memoria», allestita a Palazzo Doglioni Dal Mas, a Belluno, in occasione del centenario della morte dell’eroe italo-cileno Arturo dell’Oro. I visitatori fino a oggi sono stati numerosi, non solo bellunesi ma anche da fuori provincia (Reggio Emilia, Varese e Roma), appassionati di storia e desiderosi di conoscere eroismi e sofferenze con distruzioni che hanno caratterizzato la vita dei nostri avi nei contrapposti eserciti senza dimenticare le tragedie inflitte ai civili!
Hanno approfittato dell’opportunità molti istituti scolastici bellunesi che hanno visto nella mostra la giusta occasione per far conoscere agli studenti le tristi vicende della prima guerra mondiale. L’allestimento dell’esposizione nella Barchessa di Confindustria Belluno Dolomiti è stato possibile grazie alla disponibilità dei volontari del Museo del Piave - «Vincenzo Colognese».
Mercoledì 11 ottobre gli studenti della classe 5° del Liceo Leonardo Da Vinci (v. foto allegate) ricevuti dal Generale Guido Spada hanno potuto ripercorrere la storia di quei tragici eventi e poter continuare studi e ricerche presso il Museo del Piave di Caorera Quero Vas gemellato con il museo di Caporetto e museo di guerra di Budapest che qui espone una serie di tavole donate dal generale Hollò dove i soldati ungheresi Onved sul fronte Piave 100 anni fa hanno attinto un «tesoro» Come pure i ragazzi del Centro Diurno «Noialtri» di Mel che sono stati accolti da Oscar De Bona, presidente Associazione Bellunesi nel Mondo.
Nei prossimi giorni sono previste altre visite guidate, richieste appositamente da alcune scuole del territorio.
Giovedì 19 ottobre prossimo è invece programmata la visita da parte dei Maestri del Lavoro di Belluno, che saranno accompagnati dal presidente Diotisalvi Perin (e Andrea Comacchio istruttore volo simulato) che afferma: «La storia vera va raccontata tutta senza privilegi di sorta interrogandoci sulla disfatta di Caporetto ben sapendo che siamo stati noi a dichiarare la guerra quindi. . . poi è ipocrisia parlare di vittoria perché la guerra è una sconfitta per tutti. La falsa propaganda di Vittoria non ha fatto altro che portarci altre guerre in Africa e la seconda Guerra Mondiale. Un grazie di cuore al presidente di Confindustria Belluno Dolomiti, al suo direttore e maestranze che hanno collaborato nonché a Oscar De Bona».
Gli orari di apertura della mostra: dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 17.30 - sabato e festivi su richiesta (cell.328 6185354).


Leggi gli altri titoli di oggi.

Iscriviti alla Newsletter





Home
L’Amico edizione digitale
L’Amico su Facebook
Le foto dell’Amico su Flickr
L’Amico su YouTube
Abbonamenti
Pubblicità
Privacy



Copyright © 2000-2017 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno
Tel. +39 0437 940641, Fax +39 0437 940661
Email redazione@amicodelpopolo.it
P.Iva/C.F. 00664920253