Pubblicità
Testata


Martedì 5 dicembre 2017

L’Italia e il mondo, in un minuto (Sir)






Blitz antimafia a Palermo, 25 arresti. Usa, dalla Corte Suprema ok al «muslim ban».

Iscriviti alla Newsletter

Mafia, 25 arresti in un blitz a Palermo. In Puglia 21 persone accusate di spaccio di droga e rapine
Sono 25 le persone arrestate questa mattina a Palermo con l’accusa di associazione mafiosa, estorsione, danneggiamento, favoreggiamento personale e ricettazione. Il capo della cosca era Maria Angela Di Trapani, figlia di un capomafia e moglie dello storico boss Salvino Madonia, il killer di Libero Grassi. In un blitz svolto nelle prime ore di oggi, nei mandamenti mafiosi di San Lorenzo e Resuttana, sono stati coinvolti oltre 200 militari,2 elicotteri del nono Elinucleo di Boccadifalco,5 unità cinofile del nucleo di Palermo Villagrazia, il 12° Reggimento Carabinieri Sicilia e lo Squadrone Carabinieri Eliportato Cacciatori Sicilia». Nelle stesse ore, in Puglia, i Carabinieri hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere e ai domiciliari nei confronti di 21 persone, fra cui 4 donne, accusate a vario titolo di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio, rapina, riciclaggio e detenzione abusiva di armi. L’operazione si è estesa nelle province di Brindisi, Bari e Lecce.

Brexit, accordo vicino tra Regno Unito e Unione Europea, ma resta il nodo Irlanda
Nessun annuncio di accordo tra Regno Unito e Unione Europea sulla Brexit visto che saranno necessari «ulteriori negoziati e discussioni». È quanto è emerso ieri al termine dell’incontro tra la premier britannica Theresa May e il presidente delle Commissione europea, Jean-Claude Juncker. «Ci sono ancora alcuni problemi che richiedono ulteriori negoziati. Ci rivedremo prima della fine della settimana», ha affermato May, mentre Juncker si è detto «ancora fiducioso che si possano fare progressi sufficienti prima del 15 dicembre». L’obiettivo, infatti, è quello di giungere a un accordo in tempo utile per il vertice europeo del 14 e 15 dicembre. E se sulla prima parte del dossier «Brexit» l’accorso sembra ormai vicino, il nodo da sciogliere resta quello della gestione dell’Irlanda del Nord e dei suoi confini con l’Eire.

Stati Uniti, dalla Corte Suprema via libera al «muslim ban»
Nuova vittoria per Donald Trump. La Corte Suprema degli Stati Uniti ha infatti dato il via libera alla piena applicazione del «bando» presentato lo scorso settembre dall’amministrazione Trump e che prevede restrizioni per l’ingresso negli Usa di cittadini di sei paesi a maggioranza musulmana: Ciad, Iran, Libia, Somalia, Siria e Yemen. La misura era stata più volte bloccata nei mesi scorsi dall’intervento di alcuni magistrati. In diversi tribunali americani restano pendenti alcuni ricorsi contro il «bando».

Siria, nuovo raid israeliano su Damasco
Nuovo raid aereo israeliano vicino alla capitale siriana Damasco, dopo quello di sabato scorso. Lo ha riferito l’Organizzazione per i diritti umani in Siria. In quello di sabato erano state colpite postazioni delle milizie sciite libanesi Hezbollah alleate del regime di Damasco e Iran.

Brasile, braccialetto elettronico per Cesare Battisti
In relazione al processo che lo vede accusato per esportazione illegale di valuta, i giudici brasiliani hanno disposto l’applicazione del braccialetto elettronico a Cesare Battisti. L’ex membro dei Proletari armati per il comunismo (Pac), condannato in Italia all’ergastolo per quattro omicidi, era stato arrestato all’inizio di ottobre mentre cercava di passare la frontiera tra Brasile e Bolivia. Resta in sospeso il procedimento relativo alla possibile estradizione in Italia di Battisti.


Leggi gli altri titoli di oggi.

Iscriviti alla Newsletter





Home
L’Amico edizione digitale
L’Amico su Facebook
Le foto dell’Amico su Flickr
L’Amico su YouTube
Abbonamenti
Pubblicità
Privacy



Copyright © 2000-2017 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno
Tel. +39 0437 940641, Fax +39 0437 940661
Email redazione@amicodelpopolo.it
P.Iva/C.F. 00664920253