Pubblicità
Testata

Lunedì 12 marzo 2018

Olimpiadi invernali 2026, Zaia pensa alle Dolomiti Unesco






Per il presidente del Veneto si può puntare a una candidatura dolomitica coordinata tra Veneto, Bolzano e Trento.

Iscriviti alla Newsletter

Ascolta il testo

"I primi contatti con i colleghi presidenti delle Province autonome di Bolzano e Trento, Kompatcher e Rossi, ci sono già stati: per le Olimpiadi invernali del 2026 proporremo una candidatura dolomitica coordinata tra Veneto, Bolzano e Trento".

L’annuncio lo ha dato il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, parlando oggi, luned’ 12 marzo, a margine di un’inaugurazione all’ospedale di Conegliano.

"Saranno – ha detto – Olimpiadi a impatto zero, senza nuovo cemento, che valorizzeranno il già straordinario patrimonio tecnico, sciistico e impiantistico, l’ambiente, la storia e il pregio delle Dolomiti, mettendo anche a frutto l’esperienza che il Veneto sta facendo con i Mondiali di Cortina 2021 e le caratteristiche dell’intero Dolomiti Superski".

"Mi sorge spontanea - ha concluso Zaia – l’idea di chiamarle ’le Olimpiadi dell’Unesco’, perché tutto si svolgerebbe sulle montagne patrimonio universale dell’umanità".


Leggi gli altri titoli di oggi.

Iscriviti alla Newsletter





Home
L’Amico edizione digitale
L’Amico su Facebook  
L’Amico su Twitter  
Le foto dell’Amico su Flickr  
L’Amico su YouTube  
L’Amico su Instagram  
Abbonamenti
Pubblicità
Privacy




Copyright © 2000-2018 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno
Tel. +39 0437 940641, Fax +39 0437 940661
Email redazione@amicodelpopolo.it
P.Iva/C.F. 00664920253