Pubblicità
Testata

Sabato 14 aprile 2018

Droga, arrestato a Cavarzano un medico di Belluno






L’uomo, M.S., 46 anni, ha tentato ripetutamente di evitare il controllo. In auto aveva 130 grammi di marijuana.

Iscriviti alla Newsletter

Ascolta il testo

La Squadra Volanti martedì 10 aprile, a fine pomeriggio, ha messo a segno un importante colpo sul fronte del contrasto ai fenomeni dello spaccio e del consumo di sostanze stupefacenti a Belluno e provincia. Questi i fatti, resi noti oggi dal dirigente dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della Questura di Belluno Michele Natalicchio.

Martedì era in corso un’attività di controllo del territorio da parte della Polizia, appositamente studiata per prevenire e reprimere fenomeni legati all’uso e allo spaccio di droghe. Intorno alle 19 gli uomini delle Volanti, coordinati dal dirigente Natalicchio, mentre pattugliavano la zona di Cavarzano (Belluno) hanno fermato in via Pellegrini un’auto che è apparsa subito sospetta. L’uomo alla guida, infatti, alla vista delle pattuglie della Polizia ha prima cercato di cambiare strada e poi, come estremo tentativo di eludere il controllo, ha ignorato un semaforo rosso sperando di allontanarsi il più velocemente possibile dalla Polizia. Le Volanti lo hanno così inseguito e raggiunto.

L’uomo, M.S., un medico di Belluno di 46 anni con alcuni precedenti per abuso di ufficio e peculato, alla vista degli agenti ha reagito scendendo dall’auto con atteggiamento ostile lamentandosi per quel controllo a suo dire ingiustificato e accusando gli agenti di fargli perdere tempo. I poliziotti dopo averlo invitato alla calma, dato il suo nervosismo, gli hanno chiesto se in auto avesse qualcosa da nascondere e a questo punto l’uomo, con rabbia, ha mostrato loro il bagagliaio dicendo di fare presto.

All’interno dell’auto gli agenti hanno sentito un fortissimo odore di marijuana e hanno subito capito il motivo di tutta quella ostilità. All’interno di un borsone, infatti, hanno trovato numerosi vasetti di vetro e diverse bustine di cellophane contenenti sostanza stupefacente; altri barattoli pieni di spinelli già confezionati erano occultati, inoltre, tra i sedili dell’auto. I poliziotti hanno trovato, in seguito alla perquisizione resasi necessaria, anche svariati coltelli di diverse dimensioni e una pistola "a salve".

A questo punto l’uomo è stato accompagnato in Questura dove, in seguito agli accertamenti del caso, si è deciso di procedere all’arresto, poi convalidato dalla Procura di Belluno.

Complessivamente sono stati rinvenuti oltre 130 grammi di marijuana; sono stati anche sequestrati 4 coltelli e una pistola automatica a salve (sulla quale la Questura ha richiesto una perizia), oltre a 2 tablet, un cellulare, un pc portatile e banconote di diverso taglio per un totale di 725 euro in contanti. La Polizia ha ritenuto opportuno sequestrare anche l’auto del medico.

«L’attività della Questura sul fronte della lotta al fenomeno dello spaccio e del consumo di droghe prosegue senza sosta; i controlli sono stati intensificati e gli uomini delle Volanti sono costantemente allerta sul territorio», commenta il dirigente Natalicchio.


Leggi gli altri titoli di oggi.

Iscriviti alla Newsletter





Home
L’Amico edizione digitale
L’Amico su Facebook  
L’Amico su Twitter  
Le foto dell’Amico su Flickr  
L’Amico su YouTube  
L’Amico su Instagram  
Abbonamenti
Pubblicità
Privacy




Copyright © 2000-2018 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno
Tel. +39 0437 940641, Fax +39 0437 940661
Email redazione@amicodelpopolo.it
P.Iva/C.F. 00664920253