Pubblicità
Testata

Lunedì 6 agosto 2018

Peaio, paura per la frana caduta lungo il torrente Rudan






Nel torrente erano impegnati in lavori di manutenzione e scavo quattro operai: uno di essi, che manovrava un mezzo escavatore, è stato portato in ospedale con graffi ed escoriazioni.

Iscriviti alla Newsletter

Ascolta il testo

Nel primo pomeriggio di oggi, lunedì 6 agosto, gli abitanti di Peaio hanno vissuto attimi di intensa paura per la frana caduta dal monte Antelao, lungo il greto del torrente Rudan. A causa delle piogge intense e costanti delle ultime settimane, il materiale detritico si è accumulato a monte, formando una diga di sassi e ghiaia che ha ridotto nel corso degli ultimi giorni la portata d’acqua del torrente, riducendola ad un flusso esiguo ma particolarmente chiaro, segno che la situazione andava peggiorando. E infatti, verso le 15 di oggi, con un boato sordo i massi rimasti immobili per alcuni giorni hanno ripreso la loro corsa lungo il Rudan, scendendo inesorabili verso il centro abitato, accompagnati da un lugubre e continuativo ruggito che ha pervaso l’area nelle prossimità del torrente per quasi un’ora, mentre gli abitanti del paese si sono ammassati nelle zone limitrofe per osservare in sicurezza lo svolgersi della situazione e assicurarsi della ridotta gravità dell’evento.

Nel torrente erano impegnati in lavori di manutenzione e scavo quattro operai: uno di essi, che manovrava un mezzo escavatore, è riuscito ad abbandonare repentinamente il mezzo con cui stava lavorando, resosi conto che la situazione andava via via peggiorando, e ha riportato per fortuna solo graffi ed escoriazioni. Tuttavia è stato prontamente soccorso e trasportato al vicino ospedale di Pieve di Cadore.

Il sindaco di Vodo di Cadore, Domenico Belfi, si è immediatamente precipitato sul luogo, per mettere in sicurezza l’area e coordinare l’arrivo dei primi mezzi d’intervento dei Vigili del fuoco e della Protezione civile, allontanando i curiosi dal ponte della Statale di Alemagna che interseca il Rudan.


Leggi gli altri titoli di oggi.

Iscriviti alla Newsletter





Home
L’Amico edizione digitale
L’Amico su Facebook  
L’Amico su Twitter  
Le foto dell’Amico su Flickr  
L’Amico su YouTube  
L’Amico su Instagram  
Abbonamenti
Pubblicità
Privacy




Copyright © 2000-2018 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno
Tel. +39 0437 940641, Fax +39 0437 940661
Email redazione@amicodelpopolo.it
P.Iva/C.F. 00664920253