Pubblicità
Testata

Mercoledì 12 settembre 2018 ‐ Ss.mo Nome di Maria

Feltre, il Comune ha completato i lavori nelle scuole






Inizio del nuovo anno scolastico senza intoppi. Anche al Boscariz prima campanella senza ritardi.

Iscriviti alla Newsletter

Ascolta il testo

Un’estate intensa, soprattutto nel mese di agosto, per gli edifici scolastici della città di Feltre, oggetto di una attività di valutazione della vulnerabilità sismica, resa possibile anche grazie ad un corposo contributo ministeriale ottenuto dal Comune.

Per quasi tutti i plessi coinvolti l’attività si è conclusa proprio alla vigilia dell’inizio dell’anno scolastico. Gli edifici interessati dalle analisi (per alcuni di essi l’attività era già stata avviata in precedenza) sono la scuola d’infanzia di Villabruna e le scuole primarie di Foen, Nemeggio, Vignui e ancora Villabruna, il nuovo blocco della scuola d’infanzia e primaria di Mugnai e la palestra della «Vittorino da Feltre». Soltanto per la scuola primaria di Anzù l’attività di indagine dovrà essere eseguita prossimamente, con ogni probabilità in corrispondenza dei fine settimana per non disturbare l’attività didattica. Dati e materiali rinvenuti durante i sondaggi dovranno poi essere consegnati a degli istituti specializzati per l’analisi dei campioni; i risultati si avranno nell’arco di alcuni mesi. Nel frattempo una ditta ha già provveduto in questi giorni a sistemare le piccole porzioni dei fabbricati intaccate dall’esecuzione dei prelievi di materiali e dalle misurazioni.

Si sono conclusi anche i piccoli lavori di sistemazione a impianti (idraulici ed elettrici) e strutture interne, resisi necessari a seguito di alcune segnalazioni arrivate nel corso dello scorso anno scolastico e che era possibile eseguire soltanto durante il periodo di vacanza.

Buone notizie arrivano anche dalla scuola del Boscariz, su cui si erano abbattute alcune piante dalla proprietà limitrofa in occasione del forte temporale dello scorso 25 agosto; rimossi gli alberi e ripristinata la recinzione da parte della stessa proprietà (la Parrocchia del Boscariz), gli operai comunali hanno potuto eseguire lo sfalcio dell’erba del prato. Non segnalati danni strutturali all’edificio, l’anno scolastico ha potuto iniziare regolarmente. Lo stesso per l’asilo del Pasquer, oggetto di un profondo intervento di sostituzione del pavimento, a seguito del nubifragio e del successivo allagamento dello scorso mese di gennaio.

«Molto è stato fatto e molto resta da fare», sottolinea l’assessore ai lavori pubblici Adis Zatta, «per garantire standard di qualità elevata sia sul piano della sicurezza che del comfort ai nostri ragazzi e al personale che lavora negli edifici scolastici del Comune. L’analisi sulla vulnerabilità sismica ci consentirà di effettuare una mappatura completa per poter redigere i progetti con cui andare poi alla ricerca dei finanziamenti necessari a eseguire i lavori necessari».

In questi giorni, meteo permettendo, parte inoltre l’esecuzione della segnaletica stradale orizzontale nelle parti più deteriorate. L’attività non riguarderà solo le aree prossime agli edifici scolastici, ma numerose zone sia del centro città che delle frazioni. «Un tassello importante che contiamo di completare prima della stagione invernale, che è anche quella più insidiosa per la circolazione stradale», conclude Zatta.


Leggi gli altri titoli di oggi.

Iscriviti alla Newsletter





Home
L’Amico edizione digitale
L’Amico su Facebook  
L’Amico su Twitter  
Le foto dell’Amico su Flickr  
L’Amico su YouTube  
L’Amico su Instagram  
Abbonamenti
Pubblicità
Privacy




Copyright © 2000-2018 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno
Tel. +39 0437 940641, Fax +39 0437 940661
Email redazione@amicodelpopolo.it
P.Iva/C.F. 00664920253