Pubblicità
Testata

Giovedì 13 settembre 2018 ‐ S. Giovanni Crisostomo

Tutti cercano il francese sui sentieri, ma lui era in stazione






Ieri sera l’allarme per la scomparsa di un uomo di 56 anni. Diverse squadre di soccorso mobilitate. Poi una telecamera in stazione a Cortina lo inquadra.

Iscriviti alla Newsletter

Ascolta il testo

Sono state sospese le ricerche dell’escursionista francese di 56 anni che nel pomeriggio di mercoledì 12 settembre non si è presentato all’appuntamento con i compagni di comitiva al Rifugio Dibona.

A seguito della segnalazione di una persona del bar della stazione degli autobus di Cortina, sono state visionate le immagini delle telecamere che hanno ripreso questa mattina un uomo fortemente somigliante al turista francese.

Mostrate ai suoi connazionali, ogni dubbio sulla sua identità è stato fugato. Inoltre i carabinieri hanno appurato che la sua macchina, lasciata a Bolzano alla partenza del giro a piedi, non si trova più al parcheggio. L’allarme è quindi rientrato.

Dopo aver passato la notte al Rifugio Scoiattoli, mercoledì mattina una comitiva di turisti francesi si è divisa con due destinazioni differenti: una parte si è incamminata verso il Rifugio Dibona, l’altra ha scelto il sentiero per Averau, Passo Giau, Forcella Giau, Mondeval, Forcella Ambrizzola, Croda da Lago. Di questo secondo gruppo faceva parte l’uomo, che una volta raggiunto il Rifugio Croda da Lago attorno alle 11.30, mentre gli altri hanno deciso di fermarsi per il pranzo, ha preferito proseguire la camminata, rimanendo d’accordo di riunirsi più tardi al resto della comitiva al Dibona. Al Dibona però non è mai arrivato.

Mercoledì fino a notte le squadre del Soccorso alpino e del Sagf di Cortina, assieme ai Vigili del fuoco, hanno perlustrato in jeep e a piedi la sentieristica della zona, contattando rifugi, ristoranti e taxisti, senza rinvenirne traccia. Alle 6.30 di oggi, giovedì 13 settembre, altre forze si sono unite alla ricerca, compreso il Soccorso alpino di San Vito di Cadore, dato che si pensava l’uomo potesse aver optato per un giro sui Lastoni di Formin. Pronta anche una unità cinofila molecolare.

Poi la segnalazione e l’accertamento, e l’allarme è rientrato.


Leggi gli altri titoli di oggi.

Iscriviti alla Newsletter





Home
L’Amico edizione digitale
L’Amico su Facebook  
L’Amico su Twitter  
Le foto dell’Amico su Flickr  
L’Amico su YouTube  
L’Amico su Instagram  
Abbonamenti
Pubblicità
Privacy




Copyright © 2000-2018 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno
Tel. +39 0437 940641, Fax +39 0437 940661
Email redazione@amicodelpopolo.it
P.Iva/C.F. 00664920253