Pubblicità
Testata

Giovedì 13 settembre 2018 ‐ S. Giovanni Crisostomo

Parlamentari bellunesi uniti: «Il territorio è più importante delle bandiere»






Si incontreranno ogni mese. Da sinistra Mirko Badole (Lega), Dario Bond (Forza Italia), Roger De Menech (Pd), Luca De Carlo (Fratelli d’Italia), Federico D’Incà (M5S).

Iscriviti alla Newsletter

Ascolta il testo

Si è svolto mercoledì 12 settembre nell’ufficio del Questore della Camera Federico D’Incà l’incontro tra i parlamentari bellunesi. All’ordine del giorno le problematiche della montagna bellunese. Erano presenti Mirko Badole (Lega), Dario Bond (Forza Italia), Luca De Carlo (Fratelli d’Italia), Federico D’Incà (Movimento 5 Stelle) e Roger De Menech (Partito Democratico). Assente giustificato il senatore Paolo Saviane, impegnato in Aula a Palazzo Madama.

L’incontro tra i parlamentari è stato il primo degli appuntamenti mensili che riuniranno tutti gli esponenti politici bellunesi per affrontare insieme le questioni che interessano la montagna bellunese e delineare un’opera di coordinamento.

Un’occasione importante, che diventerà un appuntamento fisso voluto dai parlamentari della provincia di Belluno. Discuteranno delle «problematiche che non hanno bandiera», dichiarano i parlamentari, «ma che sono centrali per il nostro territorio e che ci devono vedere tutti uniti e impegnati per risolvere e combattere così lo spopolamento».

Nell’incontro di mercoledì numerosi i temi affrontati, come la laminazione del Lago di Cadore, le criticità e gli ostacoli al volo per gli elicotteri sul territorio bellunese e l’autonomia della Provincia di Belluno. In particolare, in riferimento a quest’ultimo argomento, i parlamentari hanno espresso all’unanimità la volontà di fissare al più presto un incontro con il Ministro Stefani per fare il punto sul tema e poter gestire al meglio il processo dell’autonomia territoriale, così come indicato dai cittadini bellunesi l’ottobre scorso.

Tra le problematiche al centro dell’attenzione dei parlamentari bellunesi anche l’elettrificazione dell’anello ferroviario basso delle Dolomiti (Vittorio Veneto – Belluno - Feltre) e il completamento delle dorsali delle piste ciclabili da Cortina fino a Primolano per sviluppare una mobilità ciclabile in tutto quanto il territorio bellunese.


Leggi gli altri titoli di oggi.

Iscriviti alla Newsletter





Home
L’Amico edizione digitale
L’Amico su Facebook  
L’Amico su Twitter  
Le foto dell’Amico su Flickr  
L’Amico su YouTube  
L’Amico su Instagram  
Abbonamenti
Pubblicità
Privacy




Copyright © 2000-2018 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno
Tel. +39 0437 940641, Fax +39 0437 940661
Email redazione@amicodelpopolo.it
P.Iva/C.F. 00664920253