Pubblicità
Testata

Venerdì 14 settembre 2018 ‐ Esaltazione della Santa Croce

Cna Veneto, necessaria una particolare attenzione alla montagna






Il riferimento del vicesegretario regionale Matteo Ribon (nella foto) è al nuovo Piano socio-sanitario in via di formazione.

Iscriviti alla Newsletter

Ascolta il testo

La Cna Veneto, la Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa, ha preso posizione circa le caratteristiche che dovrebbe avere il nuovo Piano socio-sanitario regionale che è in via di elaborazione. Tra l’altro ha sottolineato che, tenendo conto delle caratteristiche del nostro territorio, c’è la necessità di «una particolare attenzione» alle esigenze della popolazione dei territori montani, di bassa intensità abitativa o con carenza infrastrutturale.

«La sanità - argomenta Cna - è un fiore all’occhiello per il Veneto, ma servono risorse certe e sufficienti per mantenere alto il livello dei nostri servizi socio sanitari e la trattativa col Governo sulla maggiore autonomia della nostra regione deve avere anche questo obiettivo».

Per migliorare le condizioni di vita in salute, a giudizio di Cna Veneto va posta particolare attenzione alla relazione tra il sociale e il sanitario, come ad esempio sulla prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali o sulla sicurezza alimentare.

Tra gli altri aspetti sottolineati, il vicesegretario regionale Matteo Ribon ha fatto presente che Cna Veneto ritiene importante «valorizzare la medicina di gruppo integrato, gli ospedali di comunità, il ruolo delle farmacie al fine di concentrare l’attività degli ospedali sui casi acuti» e anche mantenere «una stretta collaborazione tra il servizio pubblico e quello privato, ove quest’ultimo possa offrire servizi complementari, al fine di tutelare il principio di accesso universalistico alle cure». Riguardo alle visite specialistiche e al pronto soccorso Cna sollecita una via preferenziale per coloro che hanno compiuto 70 anni o che hanno difficoltà di deambulazione, per ridurre tempi di attesa e disagi alla popolazione anziana.


Leggi gli altri titoli di oggi.

Iscriviti alla Newsletter





Home
L’Amico edizione digitale
L’Amico su Facebook  
L’Amico su Twitter  
Le foto dell’Amico su Flickr  
L’Amico su YouTube  
L’Amico su Instagram  
Abbonamenti
Pubblicità
Privacy




Copyright © 2000-2018 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno
Tel. +39 0437 940641, Fax +39 0437 940661
Email redazione@amicodelpopolo.it
P.Iva/C.F. 00664920253