Pubblicità
Testata

Mercoledì 10 ottobre 2018 ‐ S. Daniele

Un’azione comune per le politiche forestali in Centro Cadore






Il tema è stato affrontato dalla Conferenza dei Sindaci riunitasi presso l’Unione Montana.

Iscriviti alla Newsletter

Ascolta il testo

La Conferenza dei Sindaci del Centro Cadore, riunitasi presso l’Unione Montana, ha trattato le problematiche connesse alle utilizzazioni forestali nell’area cadorina potendo contare anche sulla presenza del comandante della stazione dei Carabinieri Forestali di Vigo di Cadore, Fedon e del funzionario del Servizio Forestale Regionale (SFR) di Belluno, De Martin.


Pubblicità

Dall’incontro è emersa la proposta di costituzione di un tavolo tecnico composto dai Comuni, dai Carabinieri Forestali e dal SFR di Belluno, per trattare varie criticità connesse alle utilizzazioni forestali, con lo scopo finale di limitare al massimo i danni al bosco, alla viabilità forestale, alle infrastrutture di proprietà pubblica. Tra gli obiettivi c’è anche quello di una omogeneità nelle discipline adottate dai Comuni sul tema, così da poter semplificare gli adempimenti dei privati e facilitare i controlli del personale preposto.

Nel confronto tra gli amministratori e i tecnici sono emersi vari spunti e al termine i presenti hanno concordato di elaborare una bozza di Regolamento tipo; di approfondire con il SFR una modalità che consenta ai Comuni di essere informati su tutte le attività nel bosco; di sollecitare i Comuni a una maggiore attenzione nel rilascio dei permessi di accesso alle strade forestali con limitazioni di tempo, spazio ed eventuali prescrizioni ove opportune; di chiedere ai Comuni una maggiore attenzione alle tabelle della LR 14; di stendere un Ordine del giorno da inviare alla Regione per la modifica dei requisiti relativi alla pendenza per i bandi sul Piano di sviluppo regionale.

«La gestione del territorio in forma unitaria e condivisa rappresenta un obiettivo importante per Sindaci presenti», ha sottolineato il presidente Luca De Carlo. «Ci siamo dati una serie di punti su cui lavorare concretamente per la tutela del bene pubblico senza penalizzare gli operatori del settore boschivo».


Leggi gli altri titoli di oggi.

Iscriviti alla Newsletter





Home
L’Amico edizione digitale
L’Amico su Facebook  
L’Amico su Twitter  
Le foto dell’Amico su Flickr  
L’Amico su YouTube  
L’Amico su Instagram  
Abbonamenti
Pubblicità
Privacy




Copyright © 2000-2018 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno
Tel. +39 0437 940641, Fax +39 0437 940661
Email redazione@amicodelpopolo.it
P.Iva/C.F. 00664920253