Pubblicità
Testata

Martedì 30 ottobre 2018 ‐ S. Teonisto

▶ Mercoledì tutte le scuole chiuse. Grossi problemi con l’elettricità. Finiti gli svasi dei laghi






Il sindaco di Belluno fa il punto sulla situazione, a Belluno e in provincia. Una decina le cabine primarie Enel bruciate.

Iscriviti alla Newsletter

Ascolta il testo

Sono finiti gli svasi dai bacini idroelettrici della parte alta della provincia, dunque il Piave non rappresenta più una grossa minaccia e il livello dell’acqua dovrebbe un po’ alla volta scendere. Per questo gli sfollati, a Belluno, vengono riportati nelle loro abitazioni. Ma per l’energia elettrica «ci sono enormi problemi in tutta la provincia, perché sono state bruciate una decina di cabine primarie, quindi per almeno 24 ore non ci sarà la possibilità di tornare alla normalità».


Pubblicità

Lo riferisce il sindaco Jacopo Massaro facendo il punto della situazione dopo le 10 di stamattina, martedì 30 ottobre. Si stanno riaprendo le strade principali interne a Belluno, vengono segnalati grossi danni in tutti i cimiteri, nella centrale via Matteotti è caduto un tetto in strada (nella foto), numerosi alberi sono crollati sulle coperture degli edifici e risultano tetti parzialmente divelti nelle varie frazioni. A Borgo Piave, dove il Piave è esondato allagando tutto, sono in azione le idrovore per tirare via l’acqua.

«Domani, mercoledì 31 ottobre, resteranno ancora chiuse tutte le scuole, in tutta la provincia», anticipa Massaro, «siamo impegnati nelle verifiche sulla sicurezza».


Leggi gli altri titoli di oggi.

Iscriviti alla Newsletter





Home
L’Amico edizione digitale
L’Amico su Facebook  
L’Amico su Twitter  
Le foto dell’Amico su Flickr  
L’Amico su YouTube  
L’Amico su Instagram  
Abbonamenti
Pubblicità
Privacy




Copyright © 2000-2018 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno
Tel. +39 0437 940641, Fax +39 0437 940661
Email redazione@amicodelpopolo.it
P.Iva/C.F. 00664920253