Pubblicità
Testata

Mercoledì 31 ottobre 2018 ‐ S. Lucilla

L’Italia e il mondo, in un minuto (Sir)






Pakistan, Corte suprema assolve Asia Bibi. Alitalia, futuro incerto.

Iscriviti alla Newsletter

Ascolta il testo



Asia Bibi, Pakistan, Corte suprema assolve la donna cristiana ingiustamente condannata a morte per blasfemia

La Corte suprema del Pakistan ha assolto Asia Bibi, la donna cristiana condannata a morte per blasfemia nel 2010. Il verdetto accoglie il ricorso presentato nel 2015 contro la condanna emessa dall’Alta corte di Lahore (Lhc), che nell’ottobre 2014 aveva confermato la decisione di un tribunale di novembre 2010. Gli attivisti per i diritti umani e la comunità cristiana hanno accolto con favore il verdetto finale della Corte suprema. Khadim Hussain Rizvi, a capo del partito islamista Tehreek-e-Labbaik Pakistan (Tlp), sta invece organizzando una protesta nazionale contro l’assoluzione della donna. Asia Bibi - specifica Ansa - era stata arrestata nel 2009 dalla polizia nel suo villaggio di Ittanwali, nella provincia del Punjab, in seguito alla denuncia di altre donne di fede musulmana per blasfemia dopo un presunto reato contro il profeta Maometto durante una discussione. Accuse rivelatesi infondate, ma sufficienti per portare la donna in carcere a lungo, isolata e addirittura condannata a morte.



Pubblicità


Italia, governo alle prese con manovra, Tav, Tap, decreto sicurezza. Nuova lettera dalla Commissione

Manovra finanziaria, Tav, Tap, decreto sicurezza, Alitalia: sono alcuni dei nodi sul tavolo del governo in questi giorni. La maggioranza gialloverde è alle prese con provvedimenti e decisioni importanti, in un contesto di frenata dell’economia. Ieri, in particolare, è giunta da Bruxelles una nuova lettera dalla Commissione europea in cui si chiede «di fornire una relazione sui cosiddetti ’fattori rilevanti’ che possano giustificare un andamento del rapporto debito/Pil con una riduzione meno marcata di quella richiesta». La risposta dovrà essere trasmessa entro il 13 novembre. Lettera analoga era stata inviata, si ricorda, anche negli anni passati. La risposta «sarà inviata a Bruxelles rispettando la scadenza indicata», specifica il ministero dell’Economia. La lettera è firmata dal direttore generale della direzione Affari economici e finanziari della Commissione, l’italiano Marco Buti. «L’ampia espansione di bilancio prevista per il 2019 è in netto contrasto con l’aggiustamento di bilancio raccomandato dal Consiglio», ricorda la Commissione Ue nella lettera inviata all’Italia.



Alitalia, offerta dalle Ferrovie dello Stato. Si sfilano Lufthansa, Leonardo, Eni e Fondazioni

Il Consiglio di Amministrazione di Ferrovie dello Stato Italiane, riunitosi ieri sotto la presidenza di Gianluigi Vittorio Castelli, ha deliberato di presentare l’offerta per l’acquisto dei rami d’azienda delle società Alitalia-Società Aerea Italiana e Alitalia Cityliner. In vista della scadenza del termine per le offerta vincolanti, Lufthansa ha fatto sapere che «una partnership con Alitalia è ancora possibile» ma «sicuramente non saremo interessati a essere co-investitori con il governo in una compagnia che ha bisogno di essere ristrutturata». Si sfila anche Leonardo: non ha e non prevede - riferiscono fonti vicine all’azienda - di avere alcun ruolo sul dossier Alitalia. Così come Eni: «Non siamo stati coinvolti in alcuna operazione su Alitalia e l’ipotesi di un nostro ingresso nella compagnia è priva di fondamento», ha affermato ieri un portavoce. Infine, il presidente dell’Acri Giuseppe Guzzetti (le Fondazioni sono socie di minoranza della Cassa depositi e prestiti) avverte: «In Alitalia la Cdp non deve mettere un euro, per nessuna ragione».



Nigeria, rapite cinque suore delle Missionarie di Marta e Maria, almeno due sono state ferite

Cinque suore delle Missionarie di Marta e Maria, ordine della diocesi di Issele-Uku, sono state rapite ieri nello Stato del Delta nel sud-est della Nigeria. Secondo l’agenzia vaticana Fides, il 25 ottobre alcuni uomini armati hanno intercettato il veicolo delle religiose che tornava da un funerale presso Agbor,25 miglia a ovest di Issele-Uku. I banditi hanno sparato alcuni colpi d’arma da fuoco per fermare la vettura delle suore e almeno due suore sono state raggiunte alle gambe dai proiettili. I banditi si sono quindi allontanati portando con loro cinque religiose. Il rapimento delle religiose è solo l’ultimo di una serie di episodi analoghi che da tempo si verificano nello Stato del Delta e in altre zone del sud-est della Nigeria.



Bosnia-Erzegovina, sgomberati i migranti accampati al valico di Maljevac con la Croazia

Nel pomeriggio di ieri tutti i migranti che da giorni erano accampati al valico di Maljevac, presso Velika Kladusa, al confine fra Bosnia-Erzegovina e Croazia, sono stati portati via e trasferiti, sembra in un centro di accoglienza. Ne ha dato notizia l’emittente regionale balcanica N1. Il valico è stato così liberato e verrà riaperto a breve al traffico. I migranti erano fermi al valico dal 22 ottobre, quando avevano cercato di attraversare il confine tra Bosnia e Croazia ma erano stati fermati dalla polizia bosniaca a 200 metri dalla frontiera.



Afghanistan, abbattuto elicottero militare,25 morti. I talebani rivendicano l’azione

Un elicottero militare è caduto questa mattina in Afghanistan nel distretto di Anar Dara, nella provincia di Farah, uccidendo almeno 25 persone, inclusi membri del consiglio provinciale di Farah e ufficiali dell’esercito afghano. Lo ha reso noto un funzionario locale. I talebani hanno annunciato di avere abbattuto il velivolo. Si attendono in giornata notizie più precise sull’accaduto.


Leggi gli altri titoli di oggi.

Iscriviti alla Newsletter





Home
L’Amico edizione digitale
L’Amico su Facebook  
L’Amico su Twitter  
Le foto dell’Amico su Flickr  
L’Amico su YouTube  
L’Amico su Instagram  
Abbonamenti
Pubblicità
Privacy




Copyright © 2000-2018 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno
Tel. +39 0437 940641, Fax +39 0437 940661
Email redazione@amicodelpopolo.it
P.Iva/C.F. 00664920253