Pubblicità
Testata

Mercoledì 31 ottobre 2018 ‐ S. Lucilla

Auronzo, disastrosi i danni provocati dal maltempo






In via precauzionale - fa presente il Sindaco - Bim Gsp consiglia di non utilizzare l’acqua potabile.

Iscriviti alla Newsletter

Ascolta il testo

Il sindaco Tatiana Pais Becher fa sapere che sono disastrose le conseguenze del maltempo in comune di Auronzo di Cadore. Misurina è rimasta completamente isolata e senza elettricità da lunedì sera. Solo nel primo pomeriggio di oggi, mercoledì 31, è stata liberata dalle frane la statale 48, ma la circolazione dei veicoli non è ancora stata autorizzata. Ancora chiuso il Passo Tre Croci e inagibile la strada verso Dobbiaco.


Pubblicità

Gravissima la situazione da Misurina a Carbonin: interruzione per frana presso il Rio Popena, ponte stradale completamente distrutto 1 km e mezzo più avanti, frana vicino al ponte della Marogna.

La viabilità verso il Comelico è stata ripristinata attraverso la riapertura del Passo San Antonio. Ripristinata anche la strada per il Centro Cadore.
Migliaia gli alberi caduti su tutto il territorio comunale. La raccomandazione è di muoversi solamente se strettamente necessario e di mantenersi a distanza dalla ciclabile lungolago, dai sentieri boschivi e dalle zone franose (in via precauzionale Bim Gsp consiglia di non utilizzare l’acqua potabile).

Per quanto riguarda il ripristino dell’elettricità, da ieri mattina, fa presente il Sindaco, «stiamo sollecitando Prefettura, Enel e Terna affinché ci forniscano perlomeno dei generatori per alimentare le cabine secondarie e assicurare in primis energia agli edifici pubblici, Ospedale, Casa di riposo, Scuole, Municipio e Caserme di Carabinieri e Guardia di Finanza, e quindi anche alle utenze domestiche».

Da momento che le comunicazioni telefoniche sono fuori uso, ad esclusione di Tim, il Sindaco ricorda ai cittadini che ne avessero la necessità che c’è la possibilità di recarsi in Municipio o nella sede della Protezione civile per effettuare le chiamate d’urgenza (l’invito è anche a contattare il Coc o il Municipio pure nel caso di persone anziane che si trovino in condizioni di disagio a causa dell’impossibilità di riscaldarsi).


Leggi gli altri titoli di oggi.

Iscriviti alla Newsletter





Home
L’Amico edizione digitale
L’Amico su Facebook  
L’Amico su Twitter  
Le foto dell’Amico su Flickr  
L’Amico su YouTube  
L’Amico su Instagram  
Abbonamenti
Pubblicità
Privacy




Copyright © 2000-2018 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno
Tel. +39 0437 940641, Fax +39 0437 940661
Email redazione@amicodelpopolo.it
P.Iva/C.F. 00664920253