Pubblicità
Testata

Martedì 6 novembre 2018 ‐ S. Leonardo

Sabato 17 per «Ascoltare il grido del povero»






Dalle 9 alle 13 una giornata di formazione con la Caritas diocesana. Iscrizioni entro lunedì 12 novembre.

Iscriviti alla Newsletter

Ascolta il testo

Sabato 17 novembre dalle 9 alle 16 si terrà al Centro Papa Luciani di Santa Giustina una giornata di formazione per operatori e volontari della carità organizzata dalla Caritas diocesana sul tema «Ascoltare il grido del povero», in concomitanza con la II Giornata Mondiale dei Poveri del 18 novembre.


Pubblicità

Sono invitati gli animatori della carità, a qualsiasi gruppo o associazione appartengano, operatori e volontari, che vogliano mettersi in ascolto del grido dei poveri, imitando Gesù, il quale ha manifestato loro la predilezione del Padre, perché questo grido trovi risposta dalla Chiesa e il coinvolgimento personale di quanti lo ascoltano. Sarà un’occasione per approfondire il "metodo" Caritas, lo stile cristiano del servizio ai poveri, che mira a valorizzare le risorse dei singoli nella testimonianza dell’intera comunità.

Relatore della giornata sarà don Luca Facco, direttore della Caritas diocesana di Padova. Al mattino interverrà anche il vescovo di Belluno-Feltre Renato Marangoni.

Le iscrizioni per la giornata di formazione vanno effettuate entro il 12 novembre all’indirizzo di posta elettronica della Caritas diocesana: cbf@diocesi.it tramite l’apposita scheda d’iscrizione oppure presso la Caritas diocesana in piazza Piloni 11, Belluno. La quota di iscrizione, di 10 euro, è comprensiva del pranzo e verrà versata al momento della registrazione.

Coloro che intendono partecipare alla giornata di formazione possono dare un contributo alla preparazione dei lavori inviando entro il 6 novembre all’indirizzo di posta elettronica della Caritas diocesana una risposta ai quesiti seguenti: 1) A tuo parere, quali sono gli aspetti che dovrebbero caratterizzare il servizio degli operatori e dei volontari della carità? 2) Esiste la Caritas nella tua parrocchia? Se sì, quali sono le difficoltà con cui deve misurarsi? 3) Quali forme di incontro e di collaborazione possono svilupparsi in parrocchia o tra parrocchie vicine nell’ambito del servizio ai poveri?

«Crediamo nell’importanza della formazione per un servizio di carità, anche alla luce della prospettiva che si aprirà in questa direzione a partire della II Giornata Mondiale dei Poveri; per questo riteniamo opportuno un coinvolgimento attivo di quanti operano nel settore caritativo», conclude il diacono Francesco D’Alfonso, direttore della Caritas diocesana.


Leggi gli altri titoli di oggi.

Iscriviti alla Newsletter





Home
L’Amico edizione digitale
L’Amico su Facebook  
L’Amico su Twitter  
Le foto dell’Amico su Flickr  
L’Amico su YouTube  
L’Amico su Instagram  
Abbonamenti
Pubblicità
Privacy




Copyright © 2000-2018 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno
Tel. +39 0437 940641, Fax +39 0437 940661
Email redazione@amicodelpopolo.it
P.Iva/C.F. 00664920253