Pubblicità
Testata

Domenica 25 novembre 2018 ‐ Nostro Signore Re dell’Universo, Cristo Re

Belluno, due mostre per richiamare l’attenzione sui diritti umani






«Dentro l’esodo» e «Back to life» presso la sacrestia di San Rocco e il Centro Giovanni XXIII a Belluno.

Iscriviti alla Newsletter

Ascolta il testo

«Dentro l’esodo» e «Back to life», un viaggio di andata e ritorno è quello raccontato dalle due mostre di Emanuele Confortin riunite assieme e proposte fino al 23 dicembre (da lunedì a sabato compreso dalle 9 alle 12.30 e dalle 15 alle 18) presso la sacrestia della chiesa di San Rocco e il Centro Giovanni XXIII a Belluno, con ingresso da Piazza dei Martiri. Attraverso queste immagini varie realtà del nostro territorio (le Scuole in rete per un mondo di solidarietà e pace, l’Associazione amici delle scuole in rete, l’Associazione nazionale vittime civili di guerra e la Diocesi di Belluno-Feltre, con la collaborazione dell’Ufficio scolastico, Amnesty International coordinamento di Belluno, l’Istituto «Catullo» e il Comune di Belluno) vogliono richiamare l’attenzione sul tema dei diritti umani, non con grandi proclami o discussioni teoriche, ma attraverso l’incontro con persone concrete che combattono per la propria vita, sicurezza e dignità.


Pubblicità

La mostra «Dentro l’Esodo. Migranti sulla via Europea» si compone di 64 impietose foto sul dramma dei migranti che accompagnano il visitatore attraverso un percorso in cui morte, sradicamento, pregiudizio, rifiuto o fatica dell’accoglienza emergono vividi da alcuni dei punti più ’caldi’ della migrazione: il confine Siria–Turchia, le Isole Egee, la turca Izmir, capitale del traffico di esseri umani, i Paesi lungo la rotta dei Balcani.

La mostra «Back to life in Iraq. Arte, distruzione e rinascita» racconta la vicenda paradigmatica di Matti Al Kanun, pittore cristiano siriaco, le cui opere sono state squarciate dai pugnali dei jihadisti dell’Isis. Ma l’artista non si arrende e decide di ripararle, trasformando il suo gesto in un atto di resilienza e di rinascita dalle ceneri di uno dei conflitti più cruenti dell’era moderna. Ma anche il ritorno alla vita è difficile senza la solidarietà, quella solidarietà che è stata fornita gratuitamente dai giovani dell’Accademia d’arte di Venezia, che hanno partecipato al restauro dei quadri danneggiati.


Leggi gli altri titoli di oggi.

Iscriviti alla Newsletter





Home
L’Amico edizione digitale
L’Amico su Facebook  
L’Amico su Twitter  
Le foto dell’Amico su Flickr  
L’Amico su YouTube  
L’Amico su Instagram  
Abbonamenti
Pubblicità
Privacy




Copyright © 2000-2018 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno
Tel. +39 0437 940641, Fax +39 0437 940661
Email redazione@amicodelpopolo.it
P.Iva/C.F. 00664920253