Pubblicità
Testata

Martedì 27 novembre 2018 ‐ S. Virgilio

Klagenfurt, «Euregio-Senza Confini»: firmata la collaborazione per le attività produttive






Un forte sodalizio tra il Gect e il Sistema camerale transfrontaliero per un coinvolgimento del sistema economico imprenditoriale.

Iscriviti alla Newsletter

Ascolta il testo

Oggi martedì 27 novembre a Klagenfurt il presidente di Unioncamere Veneto Mario Pozza ha firmato l’accordo di collaborazione «Euregio-Senza Confini» in materia di attività produttive tra il Gect e il Sistema camerale transfrontaliero.


Pubblicità

Nel 2012 a Venezia la Regione del Veneto, il Land della Carinzia e la Regione autonoma Friuli Venezia Giulia hanno costituito il gruppo europeo di cooperazione territoriale Gect «Euregio-Senza Confini» mediante sottoscrizione dell’atto costitutivo. Lo statuto del Gect «Euregio-Senza Confini» ha individuato i propri specifici settori di intervento quali: le risorse energetiche ambientali la gestione dei rifiuti i trasporti le infrastrutture e la logistica la cultura lo sport l’istruzione e l’alta formazione l’ambito sociosanitario, la protezione civile, la scienza, la ricerca, l’innovazione la tecnologia, l’agricoltura, il turismo, le attività produttive, le infrastrutture di comunicazione, il lavoro, la formazione professionale e commercio.

Il Gect «Euregio-Senza Confini», dunque, è impegnato ad attivare un tavolo in materia di attività produttive affidando al sistema camerale transfrontaliero la promozione, la facilitazione e attuazione di attività propriamente economiche inerenti a tematiche prioritarie del Gect che richiedano azioni volte a creare opportunità di sviluppo economico per le aree di Friuli Venezia Giulia, Veneto e Carinzia.

Obiettivo generale dell’accordo firmato martedì a Klagenfurt è, appunto, lo sviluppo economico dell’area «Euregio senza confini» mediante attività di animazione economico-imprenditoriale. L’accordo sarà volto a rafforzare nell’area transfrontaliera l’orientamento all’innovazione e la ricerca nei settori chiave dell’economie regionali, a rafforzare lo scambio, la reciproca acquisizione di competenze tecniche scientifiche transfrontaliere, a semplificare la cornice amministrativa per facilitare lo scambio di informazioni conoscenze e l’avvio di strategie di sviluppo congiunte nei settori prioritari.

Cofirmatari dell’accordo Peter Kaiser Presidente Land Carinzia, Federico Caner Assessore della Regione del Veneto, Antonio Paoletti Presidente della Camera di Commercio Friuli Venezia Giulia, Jurgen Mandl Presidente della Camera Economica Carinzia, Giovanni Pavan Vicepresidente Camera di Commercio di Pordenone-Udine.

«Con questo accordo sono certo», assicura il Presidente di Unioncamere Veneto Mario Pozza, «che il sistema camerale transfrontaliero possa diventare l’interlocutore principale per un coinvolgimento del sistema economico imprenditoriale, attivando iniziative pubbliche di discussione e approfondimento come, convegni, seminari e workshop economici coinvolgendo le imprese in azioni di scouting e di conoscenza favorendo potenziali partnership di ordine progettuale, produttivo e commerciale».


Leggi gli altri titoli di oggi.

Iscriviti alla Newsletter





Home
L’Amico edizione digitale
L’Amico su Facebook  
L’Amico su Twitter  
Le foto dell’Amico su Flickr  
L’Amico su YouTube  
L’Amico su Instagram  
Abbonamenti
Pubblicità
Privacy




Copyright © 2000-2018 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno
Tel. +39 0437 940641, Fax +39 0437 940661
Email redazione@amicodelpopolo.it
P.Iva/C.F. 00664920253