Pubblicità
Testata

Giovedì 29 novembre 2018 ‐ S. Saturnino

Con i Cavalieri di Malta a Cavarzano nel ricordo del beato Carlo d’Asburgo






L’ultimo imperatore d’Austria-Ungheria tentò invano di porre fine alla prima guerra mondiale rispondendo all’appello di papa Benedetto XV.

Iscriviti alla Newsletter

Ascolta il testo

Si è tenuta nei giorni scorsi a Belluno, nella sala parrocchiale di Cavarzano, la giornata di studi dedicata alla memoria del beato Carlo d’Asburgo, l’ultimo imperatore d’Austria-Ungheria che tentò invano di porre fine alla prima guerra mondiale rispondendo all’appello di papa Benedetto XV contro «l’inutile strage» che stava devastando l’Europa.


Pubblicità

La giornata era organizzata dalla delegazione veneta del Sovrano Militare Ordine di Malta, cui apparteneva anche il beato Carlo, ed è stata introdotta da un intervento del conte Lorenzo Giustiniani, gran priore della delegazione di Venezia, e dal saluto di Carlo Fabris, delegato dell’Ordine per la Diocesi di Belluno-Feltre, che ha tracciato in breve la storia dei cavalieri dell’Ospedale di San Giovanni di Gerusalemme, che le vicende storiche hanno poi portato a San Giovanni di Acri, quindi a Cipro, a Rodi e infine a Malta, prima che le vicende napoleoniche li espellessero dall’isola che avevano difeso per secoli, fiché il papa bellunese Gregorio XVI diede loro una nuova sede a Roma.

Il pomeriggio ha visto alternarsi le relazioni di don Andrea Costantini, parroco di Cavarzano, che ha delineato la spiritualità di Carlo d’Asburgo e di sua moglie Zita di Borbone-Parma, quindi Marco Perale ha inquadrato le vicende storiche del breve regno imperiale di Carlo, negli ultimi anni della prima guerra mondiale e nelle giornate della dissoluzione dell’impero alla fine del 1918, infine Flavio Vizzutti ha tracciato un profilo biografico e umano di Carlo e Zita, dagli anni del fidanzamento fino alla morte prematura di Carlo, avvenuta nel suo esilio nell’isola portoghese di Madera.

Al termine la Delegazione veneta dell’Ordine ha partecipato alla Messa vespertina celebrata dal parroco don Costantini nella chiesa di Cavarzano.


Leggi gli altri titoli di oggi.

Iscriviti alla Newsletter





Home
L’Amico edizione digitale
L’Amico su Facebook  
L’Amico su Twitter  
Le foto dell’Amico su Flickr  
L’Amico su YouTube  
L’Amico su Instagram  
Abbonamenti
Pubblicità
Privacy




Copyright © 2000-2018 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno
Tel. +39 0437 940641, Fax +39 0437 940661
Email redazione@amicodelpopolo.it
P.Iva/C.F. 00664920253