Pubblicità
Testata


Sabato 7 ottobre 2017

I luoghi del Vajont visitabili in internet






La Fondazione Vajont ha mappato virtualmente, insieme a un operatore specializzato, i luoghi del disastro del 9 ottobre 1963.

Iscriviti alla Newsletter

Grazie a un visore per realtà virtuale «oculus rift» e all’applicazione "Google street view" oggi è possibile visitare i luoghi della tragedia del Vajont tramite internet, anche restando a casa propria. La Fondazione Vajont ha infatti mappato virtualmente, insieme a un operatore specializzato, i luoghi del disastro del 9 ottobre 1963. Così ora è sufficiente collegarsi all’applicazione per camminare sulla diga del Vajont, scoprire le parti vecchie di Erto e Casso, visitare il cimitero delle vittime a Fortogna, ammirare palazzo Mazzolà, la sede odierna del Comune di Longarone che è uno dei pochi edifici rimasti in piedi dopo la tragedia (si può fare la stessa cosa anche attraverso Google Maps o dal sito della fondazione Vajont).

"Tutto il mondo può così conoscere queste luoghi", spiega Roberto Padrin, sindaco di Longarone e presidente della Provincia di Belluno. "Certo, per comprenderli occorre visitarli e guardarli con i propri occhi, ma questo strumento può aiutare a rendere testimonianza, almeno in parte, di quella che è stata la tragedia del Vajont. I sentimenti che suscitano sono da scoprire di persona. Un dato positivo è che una persona su tre visita il luogo che ha scoperto virtualmente o consultato sulla mappa".
Soddisfatti anche i componenti dell’associazione «Vajont-il futuro della memoria». "Sono contento dell’iniziativa", ha sottolineato il presidente Renato Migotti. "Spero che questo sia l’inizio di un’organizzazione razionale di coloro che gestiscono i flussi di turismo. Noi abbiamo circa ottomila persone l’anno che visitano la diga, ma devono essere accompagnate e istruite da persone che non siano solo volontari coordinati dalle Pro loco".


Leggi gli altri titoli di oggi.

Iscriviti alla Newsletter





Home
L’Amico edizione digitale
L’Amico su Facebook
Le foto dell’Amico su Flickr
L’Amico su YouTube
Abbonamenti
Pubblicità
Privacy



Copyright © 2000-2017 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno
Tel. +39 0437 940641, Fax +39 0437 940661
Email redazione@amicodelpopolo.it
P.Iva/C.F. 00664920253