Pubblicità
Testata

Giovedì 8 febbraio 2018

Concorso musicale nazionale «Città di Belluno»: 400 gli iscritti






Si sono chiuse in questi giorni le iscrizioni al Concorso musicale nazionale «Città di Belluno», in programma dall’1 al 4 marzo.

Iscriviti alla Newsletter

Ascolta il testo

Si sono chiuse in questi giorni le iscrizioni al Concorso musicale nazionale «Città di Belluno», in programma dall’1 al 4 marzo prossimi: ben 400 gli iscritti, in arrivo da ogni angolo d’Italia. Ad organizzare l’evento, in collaborazione con Aics e scuole ed enti musicali del territorio, il Comune di Belluno, la Fondazione Teatri delle Dolomiti e il Comitato Gocce di Sole Onlus: «Siamo molto contenti di questo risultato, non ci aspettavamo una risposta del genere», commenta la presidente di Gocce di Sole, Manuela Selvestrel, «inizialmente il concorso doveva rivolgersi ai giovani del Triveneto, ma abbiamo ricevuto così tante richieste da tutta Italia che abbiamo dovuto allargare la platea».

Solo un musicista su cinque arriva dalla provincia di Belluno, gli altri vivono in Veneto, nelle regioni limitrofe, ma arriveranno artisti anche da Roma, Genova e Macerata: 400 iscritti, tutti tra gli 11 e i 24 anni, molti solisti, un paio di grandi formazioni delle scuole musicali e alcuni gruppi; 177 le audizioni da programmare, tanto che si è resa necessaria l’istituzione di una seconda commissione di giuria: questi i numeri della prima edizione di una manifestazione che porterà in città migliaia di visitatori, tra musicisti e accompagnatori.

Come tutte le iniziative organizzate dal Comitato Gocce di Sole, anche questa avrà uno scopo benefico: le quote di iscrizione verranno infatti devolute al sostegno della casa-famiglia di Castion. «La collaborazione con Gocce di sole è diventata strutturata e storica», sottolinea l’assessore alle politiche sociali, educative e dell’istruzione, Valentina Tomasi. «È un’associazione che sostiene famiglie e minori in difficoltà del territorio, ogni anno viene pubblicamente reso noto dove vanno a finire le risorse raccolte, e quest’anno ha deciso di concentrare tutte le sue energie in questo progetto. Un aiuto attraverso il sorriso e il coinvolgimento dei ragazzi: la musica è uno degli elementi più importanti per lo sviluppo cognitivo delle persone, e poter dedicare uno spazio così ampio ed importante a questa forma di espressione è fondamentale per dare possibilità e spazio ai giovani».
«L’interesse che ha riscosso il concorso», sottolinea poi l’assessore alla cultura, Marco Perale, «dimostra che si è trovato un filone davvero inesplorato e che apre grandi prospettive di continuità e di sviluppo, confermando il ruolo che Belluno può giocare nel nuovo tessuto culturale nazionale, mettendo a contatto scuola, alta cultura e un territorio tanto straordinario quanto ancora poco conosciuto. Un mix dalle grandi potenzialità, culturali e turistiche».

La manifestazione, che gode anche del patrocinio della Provincia di Belluno è resa possibile anche dal supporto di diversi sponsor: Unifarco, Larin Group, Lattebusche, Istituto Salus, Sparkasse, Caf Acli, Music Shop Bellus e Ristorante La Nicchia.


Leggi gli altri titoli di oggi.

Iscriviti alla Newsletter





Home
L’Amico edizione digitale
L’Amico su Facebook  
L’Amico su Twitter  
Le foto dell’Amico su Flickr  
L’Amico su YouTube  
L’Amico su Instagram  
Abbonamenti
Pubblicità
Privacy




Copyright © 2000-2018 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno
Tel. +39 0437 940641, Fax +39 0437 940661
Email redazione@amicodelpopolo.it
P.Iva/C.F. 00664920253