Pubblicità
Testata

Lunedì 26 novembre 2018 ‐ S. Corrado

L’Italia e il mondo, in un minuto (Sir)






Morto Bernardo Bertolucci. Russia-Ucraina, alta tensione sul mare di Azov.

Iscriviti alla Newsletter

Ascolta il testo

Morto Bernardo Bertolucci, il grande maestro del cinema italiano si è spento a Roma

Addio a Bernardo Bertolucci. Il grande maestro del cinema italiano si è spento a Roma all’età di 77 anni. Poeta, documentarista, regista, produttore, autore per eccellenza del cinema italiano, star del cinema internazionale. Bertolucci è stato un protagonista del cinema nella seconda metà del secolo scorso, dallo sperimentalismo al cinema d’autore, dalla cinefilia alla grandeur, dai low budget alle megaproduzioni, dal provincialismo alla visione internazionale. Regista di capolavori come «Novecento», «Ultimo tango a Parigi», «Il te nel deserto», «Piccolo Buddha» e «L’ultimo imperatore», il film da nove Oscar. È morto a Roma dopo una lunga malattia.


Pubblicità

Russia-Ucraina, alta tensione sul mare di Azov. Kiev chiede legge marziale

Alta tensione nel mare di Azov. La Russia ha chiuso lo Stretto di Kerch, che unisce il Mar Nero a quello di Azov, dopo un’incursione della Marina ucraina che Mosca ha definito «una provocazione»: le tre navi ucraine, dirette dal Mar Nero verso lo Stretto, non hanno chiesto il permesso di transito, un gesto che le autorità russe considerano un affronto in grado di provocare «un conflitto regionale». Le forze armate russe hanno confermato l’incidente di ieri, in cui sono stati sparati colpi di cannone, sono stati feriti alcuni marinai ucraini e anche il sequestro di tre navi ucraine da parte della Russia: si tratta di due unità militari cannoniere e un rimorchiatore. Durante la notte è scoppiata la protesta a Kiev e alcune auto sono state incendiate davanti all’ambasciata russa. Il Consiglio nazionale ucraino di sicurezza e difesa si è riunito d’urgenza in piena notte a Kiev, con il presidente Petro Poroshenko, per chiedere al Parlamento di dichiarare la legge marziale. Poroshenko ha precisato che la legge marziale non significa «una dichiarazione di guerra». «L’Ucraina non ha in programma di fare la guerra a nessuno», ha assicurato il presidente, definendo l’incidente di ieri «non provocato e folle». Il ministero della Difesa ha però reso noto di aver diramato l’ordine di mettere le forze armate in stato di allerta operativa.



Manovra, Conte guadagna tempo, governo pronto a limare i decimali

Il governo non vuole cambiare i fondamenti della manovra. Ma se dagli studi e dagli approfondimenti in corso dal governo emerge la possibilità di ritoccare qualche decimale non sarà un problema. L’importante è confermare le riforme su pensione, lavoro e aiuti alle imprese. «L’apertura di Juncker? Di quello parleremo domani (oggi, ndr) ». Il vicepremier Matteo Salvini risponde così alle domande dei cronisti sulla volontà di dialogo del presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, sulla manovra economica. Giuseppe Conte invece afferma: «Il problema non è 2,2 o 2,4%, ma la tenuta del patto economico generale: stiamo aspettando gli approfondimenti da parte della Ragioneria e del Mef e dopo faremo le nostre valutazioni».



Cina, creati i primi esseri umani con dna modificato

Uno scienziato cinese sostiene di aver creato i primi esseri umani geneticamente modificati al mondo. Si tratterebbe di due gemelle nate lo scorso mese, il cui Dna sarebbe stato modificato con un «nuovo potente strumento» in grado di riscrivere il codice genetico. Uno scienziato statunitense asserisce di aver preso parte al lavoro in Cina, dove ha utilizzato una tecnica di genoma-editing vietata negli Stati Uniti. I cambiamenti del Dna rischiano di danneggiare altri geni. Se fosse vero, si tratterebbe di un profondo salto sia dal punto di vista scientifico che dal punto di vista etico. Alcuni scienziati hanno denunciato l’esperimento cinese come sperimentazione umana. Il ricercatore ha dichiarato di aver alterato gli embrioni di sette coppie durante i trattamenti di fertilità, con una gravidanza giunta a termine. Il suo obiettivo era quello di conferire la capacità di resistere a future infezioni da Hiv. Non c’è però alcuna conferma indipendente della ricerca.


Leggi gli altri titoli di oggi.

Iscriviti alla Newsletter





Home
L’Amico edizione digitale
L’Amico su Facebook  
L’Amico su Twitter  
Le foto dell’Amico su Flickr  
L’Amico su YouTube  
L’Amico su Instagram  
Abbonamenti
Pubblicità
Privacy




Copyright © 2000-2018 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno
Tel. +39 0437 940641, Fax +39 0437 940661
Email redazione@amicodelpopolo.it
P.Iva/C.F. 00664920253