Pubblicità
Testata

Venerdì 30 novembre 2018 ‐ S. Andrea Apostolo

Mussoi-Nevegàl, il pellegrinaggio ritorna domenica 9






Dalla parrocchia di S. Maria Immacolata al Santuario dell’Immacolata. Nella foto la tappa 28 del Cammino delle Dolomiti, sarà percorsa a ritroso.

Iscriviti alla Newsletter

Ascolta il testo

Ritorna il Pellegrinaggio dell’Immacolata da Mussoi al Santuario del Nevegàl. Organizzato dalla parrocchia di Mussoi (Belluno), si svolgerà domenica 9 dicembre. Il tema è «In cammino con Maria, Vergine della Speranza».


Pubblicità

Il programma per chi sale a piedi prevede il ritrovo alle 8 e la partenza a piedi dal campo sportivo della parrocchia, a Mussoi. Alle 8.50 la prima tappa con breve visita alla chiesa parrocchiale di Borgo Piave. Alle 10 l’arrivo a Castion, con una breve visita guidata alla chiesa parrocchiale, dove sarà proposta una meditazione. Seguirà uno spuntino e poi, verso le 11, ripartenza. Alle 13.30 è previsto l’arrivo al Santuario Nevegàl, con il ringraziamento alla Grotta. È previsto il pranzo con piatto caldo del pellegrino, poi un tempo di riposo. Quanti salgono a piedi oppure arriveranno in Nevegàl già per l’ora di pranzo devono segnare il proprio nome sul foglio appeso in chiesa (sulla destra, entrando), in modo da sapere quanti sono i partecipanti e preparare la giusta quantità di cibo.

Alle 15.30 la santa Messa con il resto dei pellegrini che arriveranno in auto. E dopo la Messa un momento di convivialità, prima dei saluti e del rientro a casa.

Questo, invece, il programma per chi salirà in auto il pomeriggio: ritrovo alle 14 nel campo sportivo della parrocchia di Mussoi; alle 14.15 la partenza con auto proprie; alle 15 arrivo al Santuario del Nevegàl e successiva partecipazione alla santa Messa.

Alcune avvertenze per chi vorrà partecipare. L’itinerario percorre la tappa 28 del Cammino delle Dolomiti, il percorso è lungo 16 chilometri, con 750 metri di dislivello in salita e 200 metri in discesa, per circa 4 ore di cammino (soste escluse).
Il percorso non presenta nessuna difficoltà tecnica, ma è necessario un certo allenamento.
Dopo il maltempo delle scorse settimane il sentiero è già stato percorso e "collaudato" per avere la certezza che non ci siano pericoli.
Nello zaino è opportuno mettere i viveri e le bevande che normalmente ci si porta per una gita in montagna, tenendo presente che il gruppo consumerà insieme un piatto caldo; servono indumenti di ricambio, mantellina o altra protezione in caso di pioggia lungo il percorso e giacca a vento da indossare all’arrivo (a 1000 metri di quota).
È opportuno indossare scarponcini da trekking (le normali scarpe da ginnastica sono insufficienti).
Per il rientro occorre provvedere con mezzi propri.
Per motivi organizzativi chi intende fare il pellegrinaggio a piedi è pregato di avvisare in parrocchia entro lunedì 3 dicembre. Coloro che desiderano salire al pomeriggio e non hanno mezzi propri potranno unirsi ad altri che metteranno a disposizione l’auto.

Sono graditi dolci per una veloce merenda dopo la Messa.


Leggi gli altri titoli di oggi.

Iscriviti alla Newsletter





Home
L’Amico edizione digitale
L’Amico su Facebook  
L’Amico su Twitter  
Le foto dell’Amico su Flickr  
L’Amico su YouTube  
L’Amico su Instagram  
Abbonamenti
Pubblicità
Privacy




Copyright © 2000-2018 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno
Tel. +39 0437 940641, Fax +39 0437 940661
Email redazione@amicodelpopolo.it
P.Iva/C.F. 00664920253